//Chardonnay

Chardonnay

I.G.T.

 9,00 IVA inc.

Categoria: Tag: ,
Varietà uve: Chardonnay
Dati analitici: Vino bianco secco frizzante
Grado alcolico: 12.5% Vol.
Zona di produzione: Zone collinari Forlivesi
Terreno: Medio impasto
Altitudine: 70/90 m.s.l.m.
Resa uva: 200 qli/ha
Pigiatura: Soffice, fermentazione a temperatura controllata
Conservazione: In serbatoi inox

Caratteristiche organolettiche

Colore: Giallo paglierino, più o meno intenso
Olfatto : Vinoso, delicato, caratteristico
Gusto: Secco, asciutto, sapido e armonico

Consigli del produttore

Vino adatto a tutte le occasioni: come aperitivo oppure con minestre in brodo, verdure e paste con intingoli delicati, qualunque tipo di pesce e piatti a base di uova.
Temperatura di servizio: 8-10 °C.

Descrizione

Lo Chardonnay è tra i vini bianchi più conosciuti al mondo, ideale per accompagnare sia un aperitivo informale, che una cena importante.

Tra le uve più coltivate, questo vitigno è originario della Borgogna, ma si è diffuso ormai a tutte le latitudini del pianeta, dalla Francia all’Argentina, passando per ogni regione vinicola italiana, fino ad arrivare all’ultimo lembo di terra australiana.

Il suo vitigno internazionale è a bacca bianca e viene utilizzato anche e soprattutto per la produzione di vini spumanti di qualità “metodo classico” in Italia e nel mondo (Franciacorta in Italia in primis, Champagne in Francia, solo per citarne due).

Ha conquistato tutto globo non solo per il suo prestigio o per la facilità con cui dà buoni raccolti o perché è un vitigno cool che molti vogliono coltivare per avere un vantaggio commerciale.

Le origini del vitigno Chardonnay sono ancora oscure, la leggenda vuole che venga dell’antica Persia, ma quello che abbiamo di concreto sono i primi documenti delle vendemmie nella Borgogna, vera patria spirituale e territoriale di questo vino.

A livello di incroci sembra che sia nato dal vecchio capostipite Pinot Noir e i suoi netti profumi minerali e terrosi, così simili a quelli del Pinot Noir, confermano questa tesi. Ha caratteristiche organolettiche molto riconoscibili, nonostante possano variare leggermente in base alla regione in cui viene coltivato e alle scelte di cantina.

Uno Chardonnay dell’Alto Adige, per esempio, che non ha fatto alcun passaggio in legno, avrà quasi certamente dei delicati aromi di frutta fresca, come pesca e mela, che si trasformeranno in opulenti profumi tropicali, se coltivato in Sicilia.

Il passaggio in legno, in special modo nelle piccole botti di rovere francese, chiamate barrique, esalta inoltre i profumi speziati già presenti nell’uva, tanto che molti vini francesi hanno un netto aroma di vaniglia.

Lo Chardonnay ha innumerevoli declinazioni (bianco fermo semplice, barricato, macerato, spumantizzato, ecc.), con altrettanti possibili abbinamenti. I suoi profumi ricordano la vaniglia e la frutta matura.

È consigliato l’abbinamento a pesce e carni bianche.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.2 kg